Diario di un batterista

Live con Michele Avella

Le idee contenute nel diario sono frutto di ricerca esperienze e soprattutto forte passione per lo studio.

Quando iniziai a suonare la batteria all’età di 13 anni circa, non programmai di farne diventare un lavoro, vivevo giorno per giorno le emozioni che questa magnifica arte mi donava, e più imparavo più ero motivato a scoprire di più fino al punto di iniziare a trascrivere le mie idee.

Oggi esistono tantissimi metodi, si toccano tutti gli argomenti possibili, per questo ho deciso di non seguire una linea specifica, ma di riportare spunti, routine, piccole composizioni, sistemi di interpretazione vari ecc, frutto di mie intuizioni e semplici rielaborazioni..

Ho cercato di rendere abbastanza fruibili, argomenti che richiedono una certa preparazione, non ho seguito la classica sequenza step by step, lo scopo è quello di dare agli interessati, del materiale da integrare nel loro programma di studi..

Gli argomenti trattati sono vari ed hanno lo scopo di stimolare la creatività e la ricerca personale, due qualità che a mio avviso non devono mai mancare se si vuol fare la “differenza”.

Michele Avella nasce a Caserta nel 1981, all’età di 13 anni si fa sentire la passione per la batteria: e a 17 inizia a frequentare l’UM (Università della musica) a Roma dove studia con Ettore Mancini e Fabrizio Sferra. Parallelamente al percorso formativo, matura le sue prime esperienze musicali con diverse formazioni, ottenendo consensi e apprezzamenti per il suo stile e indubbie qualità tecniche.

Successivamente approfondisce lo studio dello strumento con Claudio Mastracci Maurizio dei Lazzaretti piu laboratori musicali con Maurizio Boco, Pino Iodice, Pietro Iodice Fabrizio Cardosa e master class con PETER ERSKINE.

Nel 2000 arriva il primo tour con Anonimo Italiano e parallelamente, diventa insegnante Yamaha accostando così l’attività di turnista a quella didattica.

Le collaborazioni più significative, sia in studio che dal vivo, sono quelle con il noto percussionista karl Potter, il contrabbassita Andrea Avena,Agostino di Giorgio, Mimmo Epifani (mandolinista di Eugenio Bennato), Musicisti del Basso Lazio (MBL),Gianni Perilli(Pino Daniele, Ennio Morricone), RDS tour con la partecipazione di Rosaria Renna, Fabio Raponi (Carosone) ,Equipe 84(dal 2004 al 2009), Christian, Paolo Vallesi, Pippo Matino, Claudio Canzano, Giulio Martino,Erasmo Petringa, Giancarlo Parisi, Luisa Corna, Javier Girotto, Antonio De Luise, Roberto Gallinelli, Luca Pirozzi, Riccardo Fassi, Egidio Marchirelli, Meet & greet con personaggi internazionali come Marco Mendoza, Michael Angelo Batio e Jennifer Batten(chitarrista di Michael jackson) Ares Tavolazzi e Simon Fitzpatrik.

Michele Avella conta all’attivo più di 1000 date in tutta Italia e all’estero. al Teatro Alfieri di Torino , ha avuto la possiblità di esibirsi con due grandi gruppi storici della musica italiana: i Dik Dik e la Formula Tre con Alberto Radius. il 30 novembre 2014 arriva per Michele la partecipazione a BATTERIKA, l’evento batteristico piu’ importante a livello nazionale grazie al quale avra’ la possibilita’ di condividere il palco seminari con grandi della batteria e delle percussioni come Antonio Gentile,Gianni Dall’Aglio e Maurizio dei Lazzaretti. Nel 2015 sarà la volta di Ritmi show e Musika nel 2016. Prossimamente uscirà il suo disco con Pippo Matino al basso e Rocco Zifarelli alle chitarre.

Dal 2018 lavora per la Colosseum sound Factory in Austria, come batterista stabile per le varie produzioni di Marco Adami dove ha registrato per Mario Rudiger, Rhina  Restrepo, Simone Bracciale ed il grande cantautore Austriaco Wolfgang Frank.

Attualmente è endorser Premier, Ufip e Roll

21 Giugno 2021

0 responses on "Diario di un batterista"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

COPYRIGHT DRUMSTART 2020, P.IVA 10720641009 - PRIVACY POLICY