La storia di Gavin Harrison

Se per caso sei da poco venuto a conoscenza del fatto che esista quello che si può definire uno scienziato della batteria allora stiamo sicuramente parlando del mitico Gavin Harrison.

Questo fenomenale batterista è uno dei più importanti ed influenti al mondo.

I suoi pattern, il suo suono e la sua creatività sono assolutamente inimitabili ed il suo gusto musicale lo ha reso uno dei batteristi più richiesti anche nel panorama musicale italiano.

Oltre a suonare con importantissime band internazionali, come i “Porkupine Tree” ed i “Pineapple thief” ha collaborato con moltissimi artisti italiani, sia a livello live che in studio, contribuendo a caratterizzare in modo inequivocabile le loro produzioni.

Tra i più importanti artisti italiani con i quali ha collaborato non si possono dimenticare : BATTIATO, BAGLIONI e FINARDI, anche se in verità la lista è molto più lunga.

Le sue partecipazioni discografiche sono veramente numerose e lo vedono all’attivo con moltissimi progetti di fama mondiale.

Inoltre negli ultimi anni ha iniziato a collaborare con una delle band rock progressive più famose al mondo, i King Crimson.

Gavin harrison è un batterista molto tecnico e lungo il suo percorso ha sviluppato moltissimo un suo modo di suonare, di spostare gli accenti ed i ritmi in modo elegante, musicale e mai meccanico, utilizzando quella che lui stesso definisce la Rhytmic Illusion (illusione ritmica).

Questa tecnica, o modo di suonare, consiste nell’eseguire ritmi più o meno complicati iniziando non più dal  “battere” ma dal “levare” , creando in questo modo un effetto acustico che fa sembrare che tutto il groove sia in ritardo sul tempo.

Utilizzando questo sua tecnica Gavin è entrato a far parte di quei batteristi DA STUDIARE anche attraverso l’utilizzo del suo metodo Rhytmic Illusion.

3 Marzo 2019

0 responses on "La storia di Gavin Harrison"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

COPYRIGHT DRUMSTART 2020, P.IVA 10720641009 - PRIVACY POLICY